ultima riunione dell'anno all'Ippodromo Le Padovanelle

Ogni scusa è sempre buona e il c.d. ha deciso di riunirsi all'Ippodromo Le Padovanelle per un brindisi assieme al "Maestro" - almeno come dice qualcuno. un brindisi duplice, perché potrebbe essere l'ultimo servizio per Marzio Sbrignadello, in attesa del verdetto da parte dei vertici F.I.Cr, per aver raggiunto i 75 anni di ètà e poi

perché il nuovo corso con la società che gestisce l'Ippodromo di Padova sembra funzionare bene.

Un anno fatto di lavoro: ci portiamo dietro i ricordi di gioie e delusioni; ci porteremo dietro il ricordo dei chili persi del nostro presidente, ma sopratutto ci portiamo dietro l'esperienza fatta quest'anno.

La cosa più bella di quando si lavora insieme è la coscienza che il vissuto sui campi di gara non ha una fine, non ha un arrivo! Tutto è un progresso infinito e lo scopo di tutto rimane solo uno, che passato un tempo ne comincia un altro sempre con lo scopo di arrivare lontano, in quel luogo nascosto della nostra esperienza che non ha mai fine.

Forse dobbiamo imparare proprio questo: non dobbiamo perseguire un obbiettivo da raggiungere, ma dobbiamo perseguire la pazienza di esserci sempre, spesso con pregi e difetti. La pazienza di dare ed avere continuamente perché si mantenga l'armonia e la gioia di sacrificarsi senza sentirene il peso.

Cosa mi aspetto dell'anno 2016? che si possa cominciare a sorridere anche dei nostri singoli difetti. Cominciare a scoprire la singolarità di ognuno di noi con le carateristiche peculiari che ci rendono unici.

Buone Feste associati dell'ASD Padova Crono

Scritto da Leo Alberto Faranda